fbpx
Il primo festival di city making in Italia

Per tutti i city lover

Utopian Hours è il festival che racconta il “fare città”: le idee, i progetti e i luoghi che stanno migliorando la vita nelle città del mondo. Per tre giorni il festival dà voce ai protagonisti di questi cambiamenti: city maker, attivisti, architetti e innovatori condividono la propria esperienza, stimolando nuove visioni sul futuro di Torino e una riflessione sul concetto di città.

Un mondo di 8 miliardi di città. 

Utopian Hours conclude la trilogia contemporanea sulla forma e l’immagine della città avviata nel 2020 con “The City at Stake” e continuata nel 2021 con “The 1000-minute City”. Una nuova visione sul futuro urbano.
Leggi qui il manifesto della sesta edizione del festival.

Grandi idee, città che cambiano, strade, fiumi e waterfront... per poi passare la serata insieme

Talk, incontri, prime italiane

1.welcome

Cities are mental weapons

Il festival apre da dove tutto è iniziato: l’ambizione di immaginare una “Torino al suo meglio”, usando il city imaging per aiutare la città a cambiare davvero. Dopotutto, la città è “un’arma mentale” — frase di Julian Beinart, professore di Theory of City Form al MIT di Boston, da sempre fra le ispirazioni più forti del progetto.

con Luca Ballarini, fondatore di Torinostratosferica

TSUH2018_Talk_TemplateInterno_Carousel_0b

I nuovi Visiting Urban Explorer

Torino vista, e immaginata, attraverso gli occhi di tre esperti-flâneur da Rotterdam, Helsinki e Lisbona. Dopo tre giorni di esplorazione in solitaria, ogni ospite condividerà sul palco del festival le proprie idee e visioni per rendere stratosferica la città.

con Valerie Kuster, Timo Hämäläinen e Frederico Duarte

TSUH2018_Talk_TemplateInterno_Carousel_8

La visione di Martin Barry

Torinostratosferica presenta un protagonista internazionale nella riflessione sulle città. Martin Barry ha lasciato New York per Praga, dove dirige il festival reSITE e ha messo in pratica le sue idee su rigenerazione, cultura e sviluppo con il Manifesto Market.

con Martin Barry, reSITE e CityCrew

TSUH2018_Talk_TemplateInterno_Carousel_7

Cosa succede nella città delle città

New York, 2018. Il festival racconta la metropoli simbolo della città contemporanea, attraverso due newyorkesi che vivono in prima persona la sua evoluzione. Quali sfide? Quali i progetti da conoscere? Un viaggio per anticipare stili di vita e fenomeni.

con Robin Dolch, Hundred Stories e City of Tomorrow / Greg Lindsay, NewCities e URBAN-X

TSUH2018_Talk_TemplateInterno_Carousel_17

Viaggio a Montréal: creatività, opere temporanee e urban design

L’incontro con Jean Beaudoin è l’occasione per scoprire la seconda città del Canada. Con il suo studio di urban design, Beaudoin si concentra spesso sugli spazi in trasformazione, con opere di lighting design e installazioni temporanee capaci di favorire il cambiamento.

con Jean Beaudoin, architetto e designer

TSUH2018_Talk_TemplateInterno_Carousel_18

Trasformare la città insieme: idee da Berlino

Il festival dà spazio all’esperienza unica di Urban Catalyst Studio, gruppo attivo in tutta Germania e in Europa, che lavora sul futuro dei luoghi con una visione e un metodo originali. Come ripensare le nostre città? Come farlo in modo inclusivo?

con Dr. Cordelia Polinna e Luca Mulé, Urban Catalyst Studio

TSUH2018_Talk_TemplateInterno_Carousel_4

Un’utopia torinese diventata realtà negli Stati Uniti

Torinostratosferica porta a Torino il direttore di Arcosanti, laboratorio visionario nel deserto dell’Arizona. La città-modello è opera dell’architetto torinese Paolo Soleri, convinto in un nuovo ideale di società in cui architettura e ambiente si fondono. Un incontro imperdibile per chi vuole conoscere come si vive in un’utopia reale.

con Jeff Stein, Cosanti Foundation

TSUH2018_Talk_TemplateInterno_Carousel_5

Helsinki. Quando pubblico e privato si incontrano

Raoul Grünstein è l’imprenditore urbano alla guida di Allas Sea Pool, nuova oasi con piscine galleggianti sul waterfront di Helsinki. Il suo talento è realizzare progetti di city making innovativi, unendo interesse pubblico e risorse private.

con Raoul Grünstein, Töölö Urban e Allas Sea Pool

TSUH2018_Talk_TemplateInterno_Carousel_10b

Il guru che porta in tv le città “a misura di vita”

Cosmopolita, esperto anticonformista, Mikael Colville-Andersen oggi è fra le voci più influenti quando si parla di qualità urbana. La sua missione è “copenaghenizzare” il mondo esportando la cultura della bici. È il volto mai banale della serie tv The Life-Sized City, in cui ci guida nel futuro delle città.

con Mikael Colville-Andersen, Copenhagenize Design

TSUH2018_Talk_TemplateInterno_Carousel_16

Cosa imparare dal fiume di Oslo

Il paesaggio lungo l’Akerselva, dove nuovi quartieri sostenibili hanno preso il posto delle industrie, racconta una nuova Oslo da cui farci ispirare. Torinostratosferica incontra un protagonista di questa storia di successo.

con Sverre Landmark, Aspelin Ramm

TSUH2018_Talk_TemplateInterno_Carousel_13

Buone idee da torinesi brillanti

Cosa farebbero alcuni torinesi se potessero realizzare i loro sogni e creare una Torino davvero stratosferica? Una serie di mini-talk da 10 minuti ognuno, per raccontare la propria visione e innescare la discussione.

con Enzo Biffi Gentili, MIAAO / Adriano Marconetto, imprenditore / Erika Mattarella, Bagni Pubblici di via Agliè / Matteo Robiglio, FULL / Paolo Ruffini, Decisio

TSUH2018_Talk_TemplateInterno_Carousel_14b

11 storie di “eccezionalità” torinese

Ci sono momenti, episodi, luoghi che dimostrano una qualità distintiva di Torino: il fatto che qui siano possibili cose eccezionali. Molti li abbiamo dimenticati. Grande conoscitore di Torino e narratore delle sue vicende, Maurizio Cilli racconta 11 storie da riscoprire più una, in un viaggio lungo tre secoli in questa straordinarietà.

con Maurizio Cilli, architetto e artista

TSUH2018_Talk_TemplateInterno_Carousel_9b

Cosa fa il Chief Storyteller di una città

Dà voce alle comunità locali. Va oltre gli stereotipi. E costruisce una nuova narrazione per la città. Aaron Foley è il primo Chief Storyteller di una città in America, e forse nel mondo: arriva per la prima volta in Europa con il suo team, per raccontare il proprio lavoro e mostrarci una selezione delle loro produzioni video.

con Aaron Foley, Chief Storyteller di Detroit, e il team di The Neighborhoods

TSUH2018_Talk_TemplateInterno_Carousel_12

Parigi accelera

Faire è il primo acceleratore per progetti di architettura e design urbano. Raccoglie idee innovative che promettono un impatto reale e aiuta a trasformarle in azioni o oggetti concreti. Quali i progetti più originali da scoprire?

con Jean-Sébastien Lebreton, curatore

4.party_1

Utopian Happy Hours

Cocktail e musica fino alle 22.30. In programma venerdì e sabato sera dopo l’ultimo talk della sera.

Scopri le edizioni passate